Lunedi, 24 luglio 2017 - ORE:14:31

Tutti i messaggi subliminali dei cartoni animati!


Hai una vera e propria passione per i cartoni Disney? Credi di sapere vita, morte e miracoli dei tuoi “eroi” dei cartoon? Se fino ad ora eri pensavi che il peggio che potesse capitarti era ritrovarti dei personaggi Disney nascosti in altri film , preparati a ricrederti. E’ giunto per te il momento di scoprire cosa si cela dietro quel fantastico ed incantato mondo. Sei pronto? Ecco le origini oscure dei cartoni Disney.

#8 La Sirenetta

Dì la verità, fai tanto il figo dal cuore d’acciaio, ma alla fine le storie d’amore a lieto fine “e vissero felici e contenti” e blablabla ti fanno impazzire, eh? Che romanticone! Ok caro il mio duro dal cuore di panna, ho una brutta notizia per te:

Tieniti forte, c’è una cosa che devi assolutamente sapere: nella storia originale, la tua amata Ariel non diventa umana né finisce per sposare il suo bel Principe Azzurro come ti hanno fatto credere quelli della Disney. Cosa le accade? Preparati al trauma (sii forte).Nel finale originale, il principe Eric alla fine sposa un’altra. Tutto qui? Pensavi peggio? No, aspetta, preparati ad impallidire! “Per la serie il danno e la beffa”.Non essendo riuscita a conquistare il cuore del Principe, a causa di uno strano sortilegio Ariel sarà costretta ad ucciderlo con un pugnale per salvarsi la vita. Solo bagnando la coda con il sangue del suo amato, infatti, riuscirà a vivere. In caso contrario, sarà costretta a tornare in mare per morire di lì a poco.Risultato?

La Sirenetta non troverà il coraggio di uccidere il suo amore e si getterà in mare per morire di lì a poco.

#7 Riccioli d’oro e i tre orsi

Da bambino forse credevi alla storia di Riccioli d’oro e i tre orsi, oggi, invece, scommetto che sogni di avere il numero del pusher di chi l’ha scirtta, vero? Come darti torto! Una bambina dall’aspetto e dal fare angelico, che dorme nel letto degli orsi senza beccarsi malattie, “scrocca” il loro cibo e poi scappar via come se nulla fosse successo, può essere solo il frutto di una mente in “trip”. Ok, dì pure addio al numero del pusher dato che l’autore di Riccioli d’oro e i tre orsi ha tirato le cuoia da un pezzo e preparati – nella pagina successiva – ad affrontare la triste realtà

Riccioli d’oro? “Maddeche!” Nella versione originale, la bambina è in realtà una vecchietta che finisce divorata dai tre orsi. Dimenticavo, se questo finale ti sembra macabro, ve n’è anche uno che vede l’anziana morire impalata sul campanile di una chiesa.

#6 Cappuccetto rosso

Dì la verità: La Sirenetta ti sta simpatica, anche perchè resta una gran figa, ma Cappuccetto Rosso e quella vecchia rompico****** della sua nonnina no! E’ una vita che ti raccontano quella storiella e ogni volta ti viene da tifare per quel povero lupo, che, poverino, finisce con l’essere ammazzato da un cacciatore con manie da supereroe.

Ok, ho una buona notizia per te, preparati a stappare una bella bottiglia di Moët & Chandon. Il motivo? Non sempre i tritama**** hanno la meglio! Nel finale originale, il lupo divora Cappuccetto Rosso e la nonnina e “chi si è visto si è visto” come si suol dire.

#5 Pinocchio

Ok, sono anni che ti rompono le scatole con la favola di Pinocchio, tuttavia, questo strampalato burattino di legno dal naso “allungabile” ti sta veramente simpatico, vero? Come potrebbe essere altrimenti? Siamo tutti dei piccoli “Pinocchio” e malefatte o meno, meriterebbe una medaglia al valore solo per avere ucciso quel petulante tritam***** del grillo parlante.

Questa volta ho brutte notizie per te! Nella versione originale, Pinocchio viene condannato a morte per le sue malefatte e convince Geppetto a scappare con lui. Risultato? La polizia li arresta entrambi (Geppetto viene accusato di favoreggiamento) e Pinocchio impiccato ad un albero.

#4 Pocahontas

La storia d’amore tra la bella Pocahontas e il colone inglese John Rolfe ti ha emozionato? Purtroppo anche stavolta devo darti una brutta notizia: si tratta di una storia vera che la Disney ha romanzato a dovere.

Il film Disney “Pocahontas” trae origine dalla colonizzazione inglese della Virginia e la storia d’amore tra Matoaka, nome originale della ragazza. Pocahontas, “piccola svergognata”, era il soprannome che le era stato affibbiato dalla sua tribù, volto a sottolineare il carattere ribelle della ragazzina, allora dodicenne) e John Rolfe, un colone inglese (non vi sarebbe alcuna prova della storia d’amore tra lei e John Smith. Tra l’altro la ragazza all’epoca dei fatti aveva solo 12 anni). Nella storia vera, la ragazza fu rapita dagli inglesi e violentata ripetutamente, finché non resto incinta. La ragazza fù costretta a convertirsi al cristianesimo e a sposare John Rolfe.

#3 Mulan

Ok, ormai sei pronto a tutto. Cosa potrebbe mai nascondere l’eroica Mulan?

Su Mulan circolano diverse leggende che la vorrebbero reale e autrice di una vita spericolata (non alla Vasco Rossi ma siamo lì). Secondo una di queste, Mulan sarebbe stata in realtà la concubina dell’imperatore.

#2 Hercules

Dai, almeno Hercules si salverà da tutto sto gran schifo, no? E’ sempre stato un gran figo, un eroe giovane ed idealista famoso per le sue 12 fatiche e blablabla.

Hercules era un gran fesso! Ok, forse ci son andato giù pesante, ma fatto sta che nella versione originale della storia, egli finisce con l’essere bruciato vivo da una pozione magica che la moglie versa sui suoi vestiti. Che fine di mer**!

#1 Biancaneve

Dì la verità, ti piaceva l’idea di vedere quella vanesia rompico****ni della regina cattiva danzare fino alla morte ed il classico finale Disney “e vissero tutti felici e contenti, vero?

Nella prima versione della favola Biancaneve non sposa nessun principe ma finisce con l’essere mangiata dalla strega cattiva. Eh già, quella stron** oltre ad essere vanesia e fuori di testa è anche una cannibale: quando il cacciatore le porta fegato, cuore e polmoni di Biancaneve, quest’ultima finisce con il divorarli avidamente.

fonte:quelchenonsapevi

sire



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 6 minutes, 5 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.