Mercoledi, 20 settembre 2017 - ORE:11:20

Germania: i profughi non sanno usare i nostri bagni, subito pronti i “water multiculturali”


Il water multiculturale non è uno scherzo, ma una realtà che ha suscitato non poco stupore. In Germania, quando sono stati costruiti i centri di accoglienza per i profughi, si sono accorti che erano sorte non poche difficoltà. I rifugiati, infatti, non usavano quasi mai il bagno per i loro bisogni, ma utilizzavano altri “spazi” della casa. Come primo passo si è cercato di educare i migranti all’uso della toilette. I risultati non sono stati soddisfacenti e, quindi, si è scelto di rendere quei bagni simili alle latrine utilizzate generalmente dai profughi. Fra le altre cose, gli immigrati non utilizzano la carta igienica, ma si lavano direttamente con l’acqua. Ecco come è nata l’idea di in water multiculturale.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 13 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.