Venerdi, 22 settembre 2017 - ORE:04:38

Ecco cosa c’è dopo la morte: Svelati i risultati del primo studio scientifico al mondo


E’ la discussione più vecchia del mondo quella sulla vita dopo la morte. Le esperienze post mortem non convincono la scienza e vengono bollate come semplici allucinazioni legate alla condizione psicofisica. In questi giorni, tuttavia, si fa un gran parlare di uno studio inglese che comproverebbe un grado di coscienza da parte di persone in arresto cardiaco. Per l’Università di Southampton ci sarebbe una sorta di consapevolezza e lo dimostra con uno studio su 2.060 persone, tutte vittime di arresto cardiaco. Secondo tale studio, circa il 40 per cento dei sopravvissuti ha descritto esperienze coscienti “vissute” mentre cuore aveva cessato di battere. In sostanza, hanno raccontato di essere rimasti parzialmente coscienti durante la rianimazione. Da brividi il racconto di un assistente sociale cinquantasettenne di Southampton che ha asserito di avere lasciato il proprio corpo e di avere assistito alle procedure di rianimazione da un angolo della stanza nella quale era ricoverato. «Quell’uomo ha descritto tutto quello che è avvenuto in quella stanza, ma la cosa più importante è che si è ricordato di aver udito due beep. Questo ci permette di comprendere quanto è durata la sua esperienza», ha dichiarato Sam Parnia, direttore della ricerca. Altri pazienti hanno ricordato una forte luce fortissima, una sorta di flash , altri ancora hanno raccontato di una sensazione di paura di affogare. CONTINUA A LEGGERE



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 44 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.